Usare gli strumenti Google per promuovere un’azienda locale

Tablet con schermata di google e tazza vicino

Se state leggendo questo post è perché avete capito che per un’azienda locale, promuoversi sul web è essenziale per attirare nuovi clienti. Ovviamente per farlo dovete adoperare determinati tool che, pur essendo semplici, diventano ostici da usare a causa del linguaggio troppo tecnico che a volte li accompagna. In questo post vi illustreremo come usare gli strumenti di Google per promuoversi online, ripromettendoci di non usare inutili tecnicismi.

Come funziona Google My Business

Google My Business è un tool di Google indispensabile per ogni attività locale e, cosa non da poco, è gratis. Permette di essere visualizzato su Google Maps con un vero e proprio profilo aziendale. Questa possibilità non va assolutamente sottovalutata. Spesso ricorriamo a Google Maps per cercare attività nell’area in cui siamo. Per un’azienda locale, quindi, diventa uno strumento indispensabile per raggiungere un nuovo cliente nella vostra area di interesse, quando ha già intenzione di acquistare un vostro prodotto o servizio. Insomma si va quasi a colpo sicuro e con il minimo sforzo.

Come creare una scheda Google My Business

Come già anticipato precedentemente essere presente su Google My Business è importante per distinguervi dalla concorrenza e raggiungere i vostri potenziali clienti. Ovviamente, oltre a creare l’account dovete renderlo appetibile. Per farlo, dovete inserire le informazioni di servizio (orari di apertura, servizi offerti, sito internet, telefono e quant’altro), ma soprattutto dovete aggiungere delle foto. Google ha calcolato che il semplice fatto di associare una foto al profilo, fa ottenere il 40% in più di richieste di indicazioni stradali per raggiungere la sede dell’attività in questione, e porta il 35% di persone in più a visitare il sito dell’impresa. Se potete, aggiungete più di una foto e indicate qual è la vostra preferita, così che Google possa farla apparire come foto profilo quando vi cercano. Inoltre, arricchite il profilo con eventi e prodotti, così da tenere sempre aggiornati i vostri potenziali clienti.

Google My Business vi dà anche la possibilità di interagire con i clienti, che possono commentare la loro esperienza o farvi domande sulla vostra attività. Il passaparola per un’azienda locale è vitale, quindi stimolate i vostri clienti a interagire, rispondete ai commenti e, in caso di critiche, offrite soluzioni tempestive, così che nonostante il problema insorto, chi legge i commenti apprezzerà il vostro servizio clienti e la vostra disponibilità. Come tutti gli strumenti di Google, anche questo tool offre la possibilità di leggere le statistiche del vostro account, così da sapere chi vi ha cercato, quanti hanno chiesto indicazioni stradali per raggiungervi, quanti vi hanno contattato a partire dal vostro account Google My Business, e quanti si sono andati a vedere il vostro sito. Infine, anche se non avete ancora un sito web e vi state affacciando adesso online, sappiate che potrete comunque creare un vostro account Google My Business e cominciare a farvi trovare su Google Maps.

Google AdWords Express

Uno strumento a pagamento, ma che può essere usato con una certa profittabilità da un’azienda locale è Google Adwords Express. Questo tool permette di fare degli annunci pubblicitari sul motore di ricerca. Per usarlo dovete scrivere un annuncio accattivante, decidere un budget e selezionare il servizio o il prodotto offerto. Fatto ciò, il vostro lavoro è praticamente finito.

Google creerà automaticamente delle parole chiave correlate al vostro annuncio. Chi cercherà quelle parole nella vostra area, visualizzerà il vostro annuncio prima o dopo i risultati di ricerca. Come spesso accade, inoltre, non pagherete per l’annuncio in sé, ma solo quando qualcuno cliccherà sul link sponsorizzato. Fate ovviamente in modo che la pagina su cui arriveranno sia quella corretta. Google AdWords Express permette di controllare i risultati ottenuti in tempo reale e di correggere il tiro, se vi accorgete che qualcosa non va. A differenza di Google Ads è molto intuitivo, richiede pochi minuti per impostarlo e non avete bisogno di competenze specifiche per usarlo. Non a caso è stato pensato proprio per le piccole aziende locali che non hanno una persona da dedicare alle sponsorizzazioni online.

Google+

Google Plus è il social network lanciato nel 2011 e che, in verità, non ha mai avuto un grosso successo. Recentemente Google ha annunciato la sua chiusura, lasciandolo però attivo per le aziende. Questo social diventerà quindi qualcosa di diverso ed è bene farsi trovare pronti per l’occasione. Nel frattempo che il quadro si chiarisca, il consiglio è di creare già un profilo aziendale, ma con qualche accortezza. Selezionate chi aggiungere nelle vostre cerchie, profilando gli utenti con cui volete interagire. Se per esempio aggiungete solo i vostri clienti, Google Plus potrebbe diventare il modo per avvertirli di sconti, offerte, eventi o prodotti nuovi.