Come promuovere attività di farmacista sui social network

capsule e medicinali contenente il logo social media

Oggi la comunicazione è alla base di tutto! E non importa che sia per fini relazionali o professionali. Nell’ambito lavorativo, ad esempio, la comunicazione acquisisce maggior interesse anche per l’uso che si fa dei social network. Tutti settori d’occupazione hanno risentito dell’influenza dei social media e quindi hanno dovuto adeguarsi prontamente a questo nuovo metodo per trasmetterlo agli altri.

I social network non sono altro che i canali utilizzati per far sì che un messaggio venga recepito dalla stragrande parte delle persone. Per questo motivo anche i farmacisti hanno detto addio al tradizionale dialogo con i pazienti (che avveniva per lo più in limitate occasioni) e stanno cavalcando l’onda comunicativa molto potente dei social network.

Infatti, i farmacisti hanno preso confidenza con le piattaforme di comunicazione per trasmettere non solo informazioni di routine legate al mestiere bensì anche per diffondere gli ideali di coerenza ed estrema professionalità che li appartengono. Le innovazioni tecnologiche dunque sono un fattore utile per ottimizzare il rapporto con i pazienti. Sempre più farmacisti si iscrivono ai social non conoscendo a pieno le potenzialità di questi mezzi.
Di seguito esporremmo brevemente come un farmacista può promuoversi sul web per migliorare la propria professioni e acquisire nuovi clienti.

Farmacista: come farsi pubblicità su Facebook

Innanzitutto il ruolo del farmacista, che usa i social network, ha come scopo finale quello di riportare con estrema chiarezza tutto ciò che è utile per la promozione del benessere del paziente. Se questo punto non viene rispettato è scontato dire che si registrerebbero dei danni di immagine per il farmacista stesso. In effetti, ciò che appare evidente è che un farmacista, dunque, dovrà essere in grado di comprendere i bisogni dell’individuo: il paziente si collega ad internet e naviga sui social alla ricerca di una risposta adeguata al proprio problema. In sostanza, egli dovrà assecondare questo bisogno di informazioni mostrandosi all’altezza delle aspettative e incarnando l’ideale di farmacista che si sta cercando.

Non si può parlare di pubblicità come di solito si intende, il farmacista non può in modo diretto far pubblicità a se stesso ma può mostrare in cosa consiste il suo lavoro proprio grazie ai social. Il farmacista, anche da solo, potrà scegliere di aprire su Facebook una pagina social creando quei famosissimi, oramai, “gruppi di discussione”. I gruppi sono il modo migliore per far girare velocemente le notizie e offrire dettagliate informazioni. Inoltre i pazienti si sentiranno spronati a volerne sapere di più e parteciperanno di buon grado ad eventi organizzati e sponsorizzati sulla pagina. Facebook, infatti, in aiuto con altre applicazioni mette a disposizione del farmacista molti strumenti operativi che permetteranno di raggiungere la giusta importanza, valorizzando quelli che sono i punti di forza. In questo modo il paziente si sentirà confortato a contattare il farmacista che ricoprirà a meglio il ruolo di consulente del benessere e della salute personale affrontando tutte le tematiche di interesse.

Cosa può fare un farmacista su LinkedIn

Come abbiamo detto prima il dialogo è essenziale, anche se si parla di social network. Il rapporto tra farmacista e paziente, oggi, non avviene solo al banco della farmacia. Il paziente può sapere molte più cose anche dando uno sguardo sul profilo professionale su LinkedIn dello specialista. LinkedIn è il social network del lavoro sia per chi lo cerca che per chi lo offre, ma è anche una piattaforma di visibilità per allargare il cerchio di possibili clienti. Nel caso del farmacista sarà molto utile per lui, per trovare nuovi pazienti.
LinkedIn è erroneamente molto sottovalutato invece andrebbe sfruttato come strumento importante perché con LinkedIn, oltre alla pubblicazione del curriculum vitae, al racconto della propria formazione ed esperienza professionale, il farmacista può scegliere di pubblicare anche dei contenuti multimediali. Ovviamente la scelta dei contenuti deve rispettare le normative di legge e della privacy ma anche offrire una risposta ai bisogni effettivi dei pazienti. E’ molto semplice, non bisogna fare altro che cliccare nella sezione media e aggiungere il video desiderato, in modo tale che i contatti collegati potranno prenderne visione e a sua volta condividerlo con altri, con previo permesso del farmacista.

Farmacista: come promuoversi su YouTube

In conclusione, la comunicazione online è per il farmacista il modo migliore per imporsi come punto di riferimento nei confronti dei probabili pazienti, allontanandoli dalle tante fake news che sono palesate come veritiere sui social. In questo scenario, anche utilizzando YouTube si può perseguire il fine di farsi conoscere come farmacista ma anche di proteggere l’ingenuo utente da finti specialisti. Il farmacista può aprire un canale sulla piattaforma YouTube e pubblicare video di stampo scientifico e divulgare le informazioni. Questo social registra infatti un flusso molto ampio di utenti che visualizzano video, li ricondividono o lasciano commenti al di sotto di esso. Inoltre è possibile suggerire il video o addirittura metterlo in tendenza: gli strumenti per il farmacista sono dunque infiniti.