Come promuovere attività di farmacia sul web

un tavolo con sopra una siringa e le capsule

La visibilità dei professionisti è la forza motrice sulla quale si sostiene il successo lavorativo in ogni settore. Anche quello sanitario ha compreso, non senza timori e incertezze, la grandissima opportunità per i farmacisti di promuovere la propria attività e trovare nuovi clienti sul web. Si tratta di strumenti messi a disposizione di tutti grazie ad internet che hanno modificato radicalmente il concetto di pubblicità, sponsorizzazione e dunque visibilità. La pubblicità tradizionale è ancora una risorsa importante ma decisamente obsoleta.

Con la pubblicità online tutto è molto più istantaneo e a portata di click. Siti web, blog, pagine social e molto altro ancora…. Sfruttare il web e i social network per i farmacisti è davvero l’occasione utile e necessaria per ribaltare la loro posizione. Il farmacista però per potersi promuovere sul web deve tenere conto di alcune limitazioni previsti dalla sua deontologia professione.

Limiti alla promozione online della professione di farmacista

Il farmacista come tutti gli altri lavori medico-sanitari ha delle limitazioni, rispetto ad altri, per quanto riguarda la pubblicità su internet. Un farmacista deve mantenere la propria deontologia senza cadere nelle dinamiche del business. Deve innanzitutto tutelare la salute del paziente e mostrare competenza.

Attualmente le cose sono cambiate e ora è possibile, dunque, sponsorizzare con i social media il proprio lavoro ma cercando di seguire 3 obblighi:

  • Rispettare la privacy dei pazienti;
  • Fornire dati reali (anno di laurea, iscrizione all’albo ecc.);
  • Comunicare al settore istituzionale (in modo tale da vigilare sulla regolamentazione).

Per questo motivo recentemente si è deciso di cambiare qualcosa anche in vista della spietata concorrenza che vige nel settore. La sede di Facebook in Italia ha diffuso alcuni dati che attestano come siano milioni gli utenti che giornalmente cercano sulla piattaforma nomi di farmacisti e farmacie di fiducia. Dimostrazione che il benessere e la salute è un argomento di particolare interesse.

Comprensibile, dunque, che gli specialisti vogliano puntare con le piattaforme social ad incrementare significativamente il numero di utenti sui propri canali. Per pubblicizzare un qualsiasi contenuto, ora, sia i farmacisti che le case farmaceutiche dovranno preventivamente inviare al Ministero della Salute l’annuncio (che ha sempre un valore informativo) per ottenere l’autorizzazione, e non dovrà mai avere una funzione di tipo commerciale. Facebook ha tolto la possibilità agli utenti di commentare, mettere “like”, emoticon o “link” presi da Youtube per evitare che gli utenti possano modificare in qualche modo il contenuto. Ogni inserzione deve quindi avere in bella vista il disclaimer per dimostrare che il contenuto è stato approvato dal ministero.

Come il farmacista deve usare il web per trovare nuovi clienti

Se non si fosse ancora capito, dimostrare sul web di “esserci” è la chiave d’accesso che apre la porta alla notorietà. Un farmacista non vorrà certamente soltanto farsi conoscere ma desidererà attirare l’attenzione e conquistare gli utenti per le proprie doti. Cosa bisogna fare? Non è più un segreto che su internet si può raggiungere moltissimi obiettivi e opportunità e per questo la competitività è sempre più accanita. Tuttavia tentare una strada di approccio con le immense potenzialità di Internet, sarà sempre una marcia in più per se stessi.

Trovare nuovi pazienti, rendersi visibili mentre si è online non è una cosa così difficile da fare e anche un farmacista alle prime armi che vuole piazzarsi sul mercato del lavoro potrà scegliere alcune opzioni. Per prima cosa, sicuramente dovrà crearsi un sito web. Il sito web, che porterà il suo nome sarà non solo un trampolino di lancio ma anche una sorta di marchio, di riconoscimento immediato da parte degli utenti (personal branding). Il sito web deve essere curato e aggiornato in ogni dettaglio, non dovrà mancare la parte dedita alla community. Però, un sito web deve anche esser visitato e seguito, per questo è fondamentale che ci sia un buon passaparola tra coloro che navigano.

Oltre al sito anche il blog, decisamente più istituzionale, è perfetto per pubblicare contenuti informativi, ricerche, studi di qualsivoglia argomento d’interesse farmaceutico. Si possono aggiungere anche fare dei rimandi di approfondimento sul sito per far sì che tramite alcuni concetti e parole chiave si crei una maggiore affluenza e raggiungere i pazienti ideali. La continua collaborazione tra sito, blog e anche della pagina social Facebook ad esempio sono sicuramente fattori decisionali nella strategia. In poche parole, il gioco sta tutto nelle mani del farmacista che potrà promuovere il proprio lavoro in modo semplice: pubblicando e stimolando l’attenzione continua degli utenti.