Shopify: cos’è e come funziona la piattaforma

app shopify in primo piano

Shopify è la più importante piattaforma di e-commerce che consente di vendere i propri prodotti o servizi, creando un vero e proprio negozio online. La piattaforma offre la possibilità di vendere servizi, quindi, prodotti anche non fisici.

Shopify è un “SaaS”, ovvero un “Software as a Service”; questo significa che ad ogni utente basterà semplicemente iscriversi sulla piattaforma per il resto fa tutto il sistema. Il servizio, però, ovviamente non è gratuito, ma c’è una quota mensile da pagare in base al piano che viene scelto. Inoltre, con Spotify oltre a creare un eCommerce hai anche la possibilità di utilizzare il Dropshipping, se non sai di cosa si tratta leggi l’articolo dedicato su come funziona il dropshipping.

Quindi, per aprire il proprio negozio online, è necessario semplicemente iscriversi, andando a fornire tutti i dati richiesti al sistema; una volta fatto questo, poi ci penserà Shopify.

Come funziona Shopify

Come abbiamo già detto precedentemente, Shopify è molto facile da usare: infatti, non richiede di installare nessun altro tipo di software, ma sarà necessario semplicemente iscriversi, configurare un proprio account per poter in seguito usare e personalizzare il proprio negozio online.

I passaggi per creare l’account sono molto semplici e veloci, infatti si tratta di un processo molto intuitivo. Dopo aver fatto questo, si potrà finalmente iniziare a usare e personalizzare il proprio negozio online, come se fosse uno fisico. La personalizzazione consiste inizialmente nel scegliere un tema grafico, che sarà possibile modificare anche successivamente.

Ora si possono inserire i prodotti e i servizi da offrire al pubblico, organizzarli in categorie e aggiungendo tutte le informazioni necessarie per la vendita, come prezzo, descrizione e foto.

Quanto costa Shopify

Mentre solitamente ci troviamo a che fare con software che sono da installare su un server proprietario, con Shopify ci troviamo di fronte a una situazione diversa, ovvero un “SaaS”: questo significa che i costi sono notevolmente ridotti. Tutte le spese sono comprese nel servizio, dal momento in cui si attiva il proprio e-commerce.

La prova gratuita di Shopify dura 14 giorni. Una volta scadute le due settimane, gli utenti avranno la possibilità di scegliere tra tre soluzioni di abbonamento mensile disponibili:

  • Basic Shopify: è la soluzione più economica, con 29$ al mese; viene scelta da utenti che hanno deciso da poco di entrare in questo contesto e di investire sull’e-commerce. Si hanno a disposizione tutte le funzionalità di base per vendere prodotti o servizi; inoltre su ogni vendita c’è una commissione del 2%.
  • Shopify: è la soluzione intermedia, con79$ al mese; viene scelta principalmente da utenti che si stanno affermando in questo ambito e il proprio negozio online è in fase di evoluzione. Ha tutte le funzioni di quello basic, con alcune aggiuntive, come ad esempio buoni regalo, recupero del carrello abbandonato e l’analisi frode. Infine, su ogni vendita c’è una commissione dell’1%.
  • Advanced Shopify: è la soluzione più costosa, con 299$ al mese; è la scelta di utenti esperti in questo settore e sono certi di ottenere una certa quota di incassi attraverso le vendite. La maggior parte delle volte questo piano è utilizzato da aziende importanti, poiché ha la funzione di un calcolatore automatico di spese di spedizione per UPS e Fedex e la gestione di 15 account. Per concludere, su ogni vendita c’è una commissione dello 0,5%.