Il web marketing per un amministratore di condominio

L’amministratore di condominio è una figura professionale che necessita di particolari competenze e conoscenze. Tuttavia, non basta essere preparatissimi per avere un portafoglio clienti vasto. E se un tempo valeva tantissimo il passaparola per acquisire nuovi condomini, attualmente vale sempre di più la capacità di fare marketing digitale per farsi conoscere. Qui di seguito illustreremo alcuni strumenti essenziali per un amministratore di condominio per promuoversi sul web e ottenere così nuovi clienti.

Google My Business per gli amministratori di condominio

Sempre più persone si rivolgono al web per trovare ciò che cercano, soprattutto nell’area in cui vivono. Trattandosi di condomini, è essenziale per un amministratore che vuole farsi conoscere avere un account su Google My Business. Si tratta di un servizio gratuito in cui tutto ciò che si deve fare è compilare le informazioni del proprio profilo. Inserite numero di telefono, indirizzo, foto, orari di apertura del vostro ufficio ed eventuali specializzazioni (condomini di lusso, multiproprietà etc). In questo modo chi cercherà i vostri servizi nell’area di vostra pertinenza, troverà tra i primi risultati il vostro profilo sia nelle ricerche su Google sia su Google Maps. Non solo, le persone che vi cercano potranno commentare il vostro lavoro e farvi domande. Rispondete in modo tempestivo e puntuale e la vostra fama sul web comincerà a crescere.

Il blog per promuoversi come amministratori di condominio

Un altro strumento molto utile per farsi conoscere sul web è aprire un blog. Non si tratta di mettere in pubblica piazza le vostre vacanze, ma di fare interventi pertinenti ai vostri campi di specializzazione. La disciplina che regola l’amministrazione dei condomini è un campo particolarmente ricco di spunti. Nel momento in cui ci sono novità, fare un post in cui si spiega cosa questo comporta per i condomini, è un modo molto semplice per far conoscere il proprio nome e accreditarsi come persona competente e affidabile.

L’importante è tenere il blog vivo con uno o due interventi a settimana, e scrivere i testi in ottica SEO oriented. Che significa? Significa che i post vanno redatti tenendo ben presente le parole chiave da usare, in modo che i motori di ricerca riescano facilmente a decifrarne il contenuto e portare sulle vostre pagine le persone che stanno cercando un intervento su quella specifica materia. In questo modo intercetterete il traffico di chi è interessato agli amministratori di condominio e quindi farete un marketing focalizzato sul giusto target.

Uno strumento molto utilizzato è il formato video delle Pillole. Piccoli filmati di massimo due minuti in cui si spiega un determinato argomento. Basterà fare una selezione dei casi che avete affrontato nella vostra carriera e come li avete risolti. Una rubrica sul vostro blog con un titolo allettante, in cui date la soluzione ai problemi più comuni dei condomini, potrebbe essere un formato che riscuote un certo successo e vi farà conoscere sempre più sul vostro mercato di riferimento.

I social per un amministratore di condominio

Una strategia di marketing non può prescindere dai social network. Oltre a essere uno strumento dove replicare i contenuti del vostro blog, i social possono essere un altro valido strumento per acquisire condomini e clienti. Alcune accortezze vanno però tenute presente. Un uso professionale dei social prevede innanzitutto una selezione del proprio target. Per un amministratore di condominio, quindi, vanno aggiunti come contatti i proprietari di casa, i professionisti con cui vi interfacciate nel lavoro e chiunque possa avere interesse nel vostro campo. I post, così come per il blog, vanno scritti con una certa cadenza e sempre pertinenti alle vostre competenze e specializzazioni. Fatevi un calendario con gli interventi da pubblicare e sfruttate la multimedialità di ogni singolo social.

Instragram è un social molto fotografico, LinkedIn ha un pubblico per lo più di professionisti, Twitter è molto testuale ma conciso e così via. Declinate lo stesso messaggio nei vari social nel modo più pertinente. Siate sempre pronti all’interazione e alle richieste di informazione. I vostri post non dovranno solo informare, ma cercare di coinvolgere chi vi segue (per questo le pillole su come risolvere i problemi comuni dei condomini possono essere un buon strumento, perché invitano il vostro target di riferimento a saperne di più e a contattarvi sui loro casi specifici).

Infine, iscrivetevi ai gruppi di discussione. Qui vi confronterete con colleghi e condomini e potrete portare la vostra esperienza nel dibattito su temi specifici, aumentando la vostra fama di esperto in materia. Ovviamente, nei gruppi di discussione bisogna partecipare con una certa assiduità e soprattutto non bisogna mai spammare, ovvero usare questi strumenti per farsi spudoratamente pubblicità. Nel lungo periodo infatti raggiungerete lo stesso l’obiettivo di ottenere dei nuovi clienti grazie alla vostra competenza, senza però dare l’immagine di chi sta cercando di vendere qualcosa a tutti i costi.