Hosting e SEO: quanto conta il server per il posizionamento di un sito web

Ragazza collegata ad un server tramite pc

Molto spesso ci si chiede se scegliere un server piuttosto che un altro incida sulla SEO e, di conseguenza, sul posizionamento di un sito web sui motori di ricerca. All’interno di questo articolo risponderemo proprio a questo quesito ma prima offriremo una panoramica sui diversi tipi di server e sul loro funzionamento.

Se state pensando di aprire un vostro sito web o ne siete già in possesso sappiate che avere un domino non basta. Per far si che il vostro sito sia performante avete bisogno anche di uno spazio in cui ospitarlo, ossia un hosting che è, appunto, uno spazio su cui caricare i file del sito.

Essenzialmente, vi sono tre diverse tipologie di server:

  • Hosting condiviso: questo è un server utilizzato da decine di utenti diversi che ha sicuramente come vantaggio un costo mensile inferiore rispetto, ad esempio, ad un server dedicato ma ha come contro il fatto di non avere risorse dedicate. Può succedere, dunque, che in momenti di picchi di utenti di altri siti il vostro ne risentirà in termini di minori risorse a disposizione. Per risolvere questo problema, però, i gestori dei server applicano dei bilanciamenti e, quindi, dei limiti di carico per ogni utente;
  • VPS (Virtual Private Server): è una virtual machine montata su un server dedicato. Uno dei vantaggi di questo server sta nel fatto che non ci saranno decine di persone collegate al server (come nel caso di quello condiviso) ma solo alcune ed avrai, inoltre, delle risorse dedicate (es. RAM) che gli altri utenti non potranno utilizzare;
  • Server dedicato: è il server ideale per chi ha siti ad uso professionale con una grande quantità di traffico. È sicuramente il tipo di server più costoso dei tre ma ti permette di gestire un grande carico di dati e offrire un’ottima velocità di navigazione ai tuoi utenti. Così com’è facilmente intuibile dal nome, il server dedicato non è condiviso con nessun altro utente ed avrai, oltre che ad uno spazio dedicato, anche un indirizzo IP personale.

Ovviamente, la scelta del server va oculata in base al tipo di sito che si ha e alle necessità che richiede. Se, ad esempio, si possiede un sito editoriale al cui interno vi sono solo articoli e nient’altro è inutile puntare su server super potenti e, soprattutto, super costosi. Al contrario, se si ha un sito in cui vi è una varietà di materiali (foto, video, prodotti ecc.) si avrà bisogno di un server molto potente e spazioso.

Ma arriviamo ora alla domanda che tutti si pongono: La scelta del server impatta sulla SEO? Se siete curiosi continuate a leggere l’articolo.

Quanto impatta il server sul posizionamento del sito web?

La risposta a questa domanda è semplice ma ha bisogno di un po’ di tempo per essere spiegata. L’hosting, infatti, impatta sul posizionamento SEO ma non direttamente. Ci spieghiamo meglio. I motori di ricerca, come ad esempio Google, non sanno quale server avete acquistato (e nemmeno gli interessa saperlo) ma valutano l’esperienza dell’utente sul vostro sito web.

In altre parole, i motori di ricerca hanno degli spider che controllano i siti web, si assicurano che funzionino bene e che non ci siano dei mal funzionamenti. Se il tuo sito è spesso inattivo o ha dei tempi di caricamento molto lunghi, lo spider registrerà queste informazioni, tenderà a non passare spesso sulla pagina e/o sul sito web e porterà ad una conseguente scarsa reputazione sui motori di ricerca. Al contrario, un elevato tempo di permanenza sul sito migliorerà il posizionamento SEO e la reputazione del sito web.

Il server, inoltre, aiuterà a far caricare il sito web e tutti i file che ospita in maniera più veloce evitando, così, l’abbandono del sito da parte degli utenti che sono stanchi di aspettare.

Anche la sicurezza del sito web è un parametro importante. Può capitare, infatti, che a seguito di un attacco il gestore del sito web perda tutti gli sforzi fatti per aumentare il suo posizionamento sui motori di ricerca. Ecco perché, quando si sceglie un fornitore hosting bisogna prendere in considerazione:

  • Se l’host utilizza SFTP per proteggere i dati da modifiche o intercettamenti;
  • Se esegue regolarmente il backup dei dati;
  • Se ha un certificato SSL /TLS per proteggere dati sensibili come numeri di carte di credito e altro.

Concludendo il discorso, dunque, l’utilizzo di un server indirettamente influenza la SEO. Se siete alla ricerca di uno spazio che ospiti il vostro dominio in modo sicuro, tenendo conto di tutte le vostre esigenze e necessità vi consigliamo di dare uno sguardo a IONOS provider di hosting e cloud perfetto soprattutto per le piccole e medie imprese.