Quale alternativa scegliere a Paypal

schermata del cellulare con grafici incremento

Per tutti coloro che possiedono un’attività, che sia una piccola o media impresa, un Marketplace, un e-commerce o una grande azienda, è nata da alcuni anni una grande alleata: Paypal Commerce Platform, una nuova ala di Paypal rivolta ai venditori che hanno attraverso quest’ultima tutti gli strumenti per gestire la loro attività. È il giusto alleato per supportarti nella crescita e organizzazione. Possiede un’offerta completa di metodi di pagamento e strumenti antifrode. I pagamenti possono essere effettuati in modalità diverse e con la piattaforma si riceve una notifica immediata di pagamento che consente alla merce di essere subito spedita. In questa nuova piattaforma, il back office funziona bene permettendoti di gestire report e analisi, il rimborso e reso ai clienti e molte altre situazioni. Paypal è ormai sul mercato da alcuni anni ed è un colosso nell’ambito dei sistemi di pagamento, il più popolare e, quasi sempre, il più utilizzato.

Però è bene conoscere delle alternative a Paypal, in caso si vogliano avere più opzioni o considerare offerte diverse prima di scegliere per la propria azienda perché scegliere, in ambito aziendale, il sistema di pagamento è importante ed è una decisione ponderata. Ci sono diversi fattori da considerare come ad esempio le commissioni per i chargeback che vengono istituite e la protezione effettiva che dovrebbe essere assicurata al venditore. Spesso si ricercano delle alternative perché Paypal, seppur molto utilizzata, non protegge i venditori nel modo in cui dovrebbe, e ha delle commissioni molto alte, cioè del 3,7%.

Le alternative a Paypal sono molteplici e principalmente apportano dei cambiamenti nelle caratteristiche di base, offerte al venditore. Quasi tutte però offrono il bonifico bancario diretto, conversione di valuta, bacheca per account dei venditori, portale di pagamento online ecc.

Scopriamo quali sono!

Le migliori 10 alternative e sistemi di pagamento

Avere delle alternative valide a Paypal dà molteplici vantaggi all’azienda. In primis possono essere offerte maggior sicurezze al venditore e pagare commissioni inferiori. Però è importante anche avere più metodi di pagamento e quindi non escludere coloro che non possiedono Paypal dal tuo store o azienda, in modo tale che il cliente si trovi dinanzi ad una scelta, e può pagare col sistema che possiede. Inoltre, spesso alcune opzioni offrono più valute e questo vuol dire poter dare un accesso facilitato ai clienti a livello globale. Di seguito elencate le migliori dieci alternative di pagamento:

  1. Stripe –è una delle alternative migliori perché consente di accettare pagamenti da 25 paesi, tra cui Stati Uniti e Giappone, e questa lista è in continuo aggiornamento con ulteriori paesi. Possiede un’interfaccia flessibile e intuitiva, permettendo diverse forme di pagamento, tra cui le carte di credito, e su diversi dispositivi. Le valute presenti sono circa cento, quindi è ottimale anche per il mercato globale. Le commissioni, invece, sono molto vicine a quelle di Paypal alias del 2,9% + 0.30 $ a transizione. È utilizzata maggiormente dalle aziende online.
  2. Satispay –è in Italia una delle app più popolari per pagare nei negozi sia fisici che online, sui mezzi di trasporto, specie nelle grandi città. Con essa si possono effettuare dei micropagamenti, acquistare oggetti e servizi, scambiare denaro: è comoda e pratica perché il pagamento avviene tramite cellulare. Si mostra nel momento del pagamento il proprio codice QR e una volta scansionato (dall’app, ovviamente) si clicca su “Paga” ed è fatta! Satispay è conveniente perché per gli esercenti fino a 10 euro il servizio è gratuito poi viene imposta una commissione di 20 centesimi per cifre superiori.
  3. Amazon Pay – Qui gioca un ruolo importante anche il brand stesso, cioè Amazon che essendo un brand conosciuto appare più affidabile e soprattutto chi lo scegli conosce già il marchio. È un servizio offerto a coloro che possiedono un account Amazon: accedendo al loro profilo, possono utilizzare i dati di pagamento salvati per acquistare nel check-out di un altro sito. L’addebito con questa opzione è di 2,9% + 0,30 dollari per ogni transazione circa, ma possono cambiare in relazione ad ogni paese.
  4. Google Pay – Uno dei metodi di pagamento contactless più usato in tutto il mondo. È una delle opzioni più sicure perché utilizza un numero criptato per i clienti sostitutivo del numero della carta di credito, aumentando, in questo modo, la sicurezza dell’intero sistema. Inoltre, non addebita nessuna spesa, soltanto quelle standard della carta di credito.
  5. TrasferWise – È perfetto per inviare denaro all’estero, quindi per aziende che hanno un traffico globale. Molto più economico di Paypal nelle transazioni, possiede un tasso di cambio reale per le valute di tutti i paesi. Applica una commissione dello 0,6% + 1,00 dollari.
  6. Shopify Payments – Shopify è l’opzione ideale per chi possiede un e-commerce. Semplice da utilizzare ed è possibile sia pagare che compiere degli ordini. Accetta tutte le principali carte di credito e possiede una commissione del 2,9% + 0,30 dollari sui pagamenti con carta di credito.
  7. Payoneer – “Your passport to global growth” si autodescrive, cioè letteralmente “Il tuo passaporto per la crescita globale”, un lasciapassare che può aiutare a far crescere l’azienda in ambito globale. Payoneer, infatti, è riconosciuto come uno dei metodi migliori per inviare e ricevere pagamenti globali: questo è il suo punto forte, praticamente. Addebita fino al 3% per le carte di credito ed è perfetto per le piccole e medie imprese.
  8. Authorize.Net – Questo Sistema di pagamento appartiene a Visa, dal 2010, ed è facilissimo da usare, col pulsante “Buy now” presente per pagare. Principalmente utilizzato dalle piccole imprese che cercano maggior sicurezza, Authorize.Net addebita 25 dollari al mese, come piano della piattaforma, con 2,9% e 0,30 dollari per ogni transazione.
  9. 2Checkout – Funziona in diversi paesi e cambia varie valute. È una piattaforma di monetizzazione, che offre fatture, pagamenti personalizzati e supporto finanziario e fiscale. Ha una commissione del 3,5% + 0,35 dollari, non molto economica.
  10. Square – Ultimo sistema di pagamento che è utilizzato più spesso nei negozi fisici. Permette alle aziende di fatturare automaticamente ai clienti e ha una spesa per ogni transazione al pari di 2,65% con carte e invece del 2.9% + 0,30 dollari per pagamenti online.