Strategie vincenti per promuovere un pediatra su LinkedIn

logo linkedin

LinkedIn è un social network particolare, nato specificamente per creare occasioni di lavoro, business e networking per i professionisti. Se è vero che la comunicazione di un pediatra si rivolge soprattutto ai genitori e ai loro bambini, è anche vero che spesso i suoi naturali interlocutori sono i medici di famiglia e gli specialisti di materie affini. Va quindi da sé che questo social possa essere molto utile a un pediatra che vuole farsi conoscere.

Chiaramente, parlando di una professione molto delicata, la comunicazione di un pediatra deve essere particolarmente attenta e accorta. Senza scendere nei dettagli di ciò che prescrive la deontologia medica, possiamo qua ricordare che la comunicazione per un pediatra deve essere sempre scientificamente fondata, prudente e non creare mai false aspettative nei pazienti o i loro familiari.

Fatte le dovute premesse, vediamo come un pediatra può promuoversi con LinkedIn.

Come compilare il profilo LinkedIn di un pediatra

LinkedIn prevede due modalità di presenza su questo social: il profilo personale e la pagina (quella per aziende e personaggi pubblici). A differenza di altri social (come Facebook) un professionista può usare il proprio profilo personale per promuoversi senza dover creare una pagina. Tuttavia, il profilo va compilato con alcune accortezze. Ecco come fare per compilare al meglio il profilo LinkedIn per pediatri:

  1. Va adoperata per quanto possibile una logica Seo(Search Engine Optimization) di scrittura dei testi. In pratica, vanno considerate a priori alcune parole chiave per cui vogliamo essere trovati. Motori di ricerca e social ragionano infatti per keyword, e anche chi usa questi strumenti per cercare ciò che cerca adopera determinate parole e solo quelle. Quindi, se siete un pediatra specializzato in alimentazione questo deve essere chiaro e ribadito sin dal nome del profilo e nei tag della foto.Fate in modo che le parole chiave siano incluse anche nel breve descrizione che apre il vostro profilo che, senza eccessive ripetizioni, dovrà ribadire queste keyword ed essere particolarmente interessante. Molte persone leggeranno solo quelle poche righe di introduzione al vostro curriculum vitae on line, perciò questo testo è la vostra occasione di incuriosirli e catturarne l’attenzione, così che leggano tutto il vostro curriculum e magari vi contattino per una visita.
  2. Pubblicate i vostri lavori: Se nella vostra carriera avete collaborato con una rivista importante di pediatria con articoli e interventi pubblicate i link che rimandi alle vostre pubblicazioni oppure se avete insegnato presso un istituto di medicina caricate le slide che accompagnavano una vostra lezione (LinkedIn è proprietario di SlideShare, un’applicazione nata apposta per questo). Meglio ancora se avete video a supporto del vostro curriculum. Le foto e i filmati, infatti, hanno molte più possibilità di essere visti di un normale testo scritto.
  3. Elencate le vostre esperienze scolastiche e inserite il campo “Competenze e conferme. Il campo si chiama “Competenze e conferme” perché chi vi segue e vi conosce può con un click confermare che avete davvero quelle competenze. Maggiore sarà il numero di persone che darà conferme, maggiore sarà l’impatto di questa parte di curriculum vitae. Perciò non esitate a confermare le competenze altrui e a chiedere di fare altrettanto con le vostre ai follower.

Meglio ancora sarebbe chiedere ai colleghi con cui avete lavorato di farvi una segnalazione. Si tratta di un breve testo in cui un collega afferma perché affidarsi alle vostre capacità e competenze, confermandole implicitamente. Sul web, infatti, commenti e giudizi altrui sono molto considerati ed è uno dei campi più letti da chi cerca un servizio o un bene su internet (una sorta di moderno passaparola, se vogliamo).

Cosa deve fare un pediatra su LinkedIn

Come accennato, i followers di un pediatra dovrebbero essere medici di famiglia, colleghi di materie affini e famiglie con figli piccoli. Se ne deduce che un pediatra deve pubblicare contenuti di interesse per questa tipologia di persone, in linea con la sua specializzazione. Per continuare con l’esempio del pediatra specializzato in alimentazione, è ovvio che per questo profilo pubblicare un articolo in cui si parla delle nuove scoperte nel campo ha molto senso.

Il profilo, inoltre, non dovrà mai restare non aggiornato per lungo tempo, perché questo darebbe una pessima immagine di voi. L’ideale sarebbe pubblicare un post a settimana (sempre sfruttando la multimedialità di LinkedIn) e farsi un calendario con le uscite e gli argomenti da affrontare per il prossimo mese. Importante sarà anche cercare il feedback da parte dei vostri followers. Quindi invitateli a interagire, a commentare, a fare domande e a riferire delle loro esperienze al riguardo. La capacità di coinvolgere chi vi segue, resta centrale per una promozione su LinkedIn, anche per un pediatra. E va da sé che le vostre risposte agli utenti dovranno essere quanto più tempestive è possibile.

Come un pediatra può avere un contatto diretto con i clienti

Un ottimo modo per farsi conoscere e avere un contatto diretto con medici di famiglia, colleghi e potenziali famiglie che hanno bisogno di un pediatra sono i gruppi di discussione. LinkedIn mette a disposizione dei suoi utenti questo strumento che può essere molto utile a un pediatra per farsi conoscere.

Si tratta di gruppi riuniti intorno a un argomento e ce ne sono di molto specifici e di più generalisti. Non vi sarà difficile trovarne di entrambi i tipi afferenti anche alla pediatria. Qui troverete molti colleghi con cui confrontarsi, discutere e scambiarsi informazioni, ma anche tante persone interessate alla pediatria e che magari cercano un pediatra. I gruppi quindi hanno la doppia funzione di farvi conoscere presso i colleghi e al tempo stesso di rendervi visibili presso potenziali pazienti. Nei gruppi bisogna intervenire con una certa continuità (almeno una volta a settimana), commentando interventi altrui, facendone di nuovi e rispondendo alle domande degli altri.

Per farsi conoscere come pediatra vi basterà comunicare regolarmente. Se per esempio risponderete sempre con garbo e tempestività alle domande dei genitori di un determinato gruppo, questo farà crescere la vostra reputazione e la vostra fama. Cosa che gli utenti terranno presente quando dovranno scegliere il pediatra a cui affidarsi.