Studio ortopedico, come farsi pubblicità sui social

tastiera computer con loghi social sui tasti

Uno studio ortopedico raccoglie al suo interno enormi professionalità. Tuttavia, al fine di avere un’utenza cospicua, uno studio ortopedico necessita di comunicare verso l’esterno queste competenze per farsi conoscere. Se per molti anni il passaparola è stato lo strumento principe per queste attività di pubblicità, oggigiorno esistono diversi canali, anche a costo zero, che possono essere utilissimi per promuovere uno studio ortopedico e, tra questi, ci sono sicuramente i social network.

I medici, e i professionisti in generale, nutrono spesso dubbi sull’efficacia dei social network e sulla correttezza di questi strumenti. In realtà anche l’ordine dei medici ha ammesso che la pubblicità, anche sui social, può essere adoperata dai medici e dagli ortopedici, a patto che la comunicazione sia di tipo informativo, mantenga la centralità del paziente, sia basata su dati scientifici e non crei false aspettative. Promuoversi sui social significa quindi semplicemente far conoscere a un potenziale pubblico di pazienti cosa si fa e come lo si fa.

Considerando che una fetta sempre più ampia della popolazione usa i social network per informarsi e per scegliere a chi rivolgersi per le proprie cure, si deduce che la presenza sui social network per uno studio ortopedico diventa di vitale importanza. Vediamo allora come adoperare questi strumenti per farsi conoscere per uno studio ortopedico.

Quali social utilizzare per uno studio ortopedico

Ogni social network ha un proprio linguaggio che, a volte, condiziona anche il tipo di utente che lo utilizza. LinkedIn, per esempio, è nato per i professionisti e mira a far incontrare la domanda e l’offerta di lavoro, oltre a far creare ai professionisti una rete di contatti di lavoro e di business (leggete anche il nostro post specifico al riguardo). Facebook sembrerebbe a prima vista molto simile a LinkedIn, ma ha un pubblico molto più generalista e, tra le altre cose, è usato da persone di tutte le fasce di età (è adoperato anche da molte persone adulte per esempio). Instagram è un social per lo più “visuale” dove il testo si riduce agli hashtag e a poco più, mentre a farla da padrone sono le foto, le stories e i video. Anche per questo, Instagram è usato molto da una fascia di età molto giovane.

Ovviamente, potremmo andare avanti all’infinito. Ciò che conta sottolineare qui è che uno studio ortopedico deve essere cosciente delle differenze di linguaggio di ogni social e scegliere quelli più adatti al suo target, declinando poi il messaggio in modo diverso, in base al social network su cui lo pubblicherà. In questa fase di selezione, inoltre, è bene aprire un account solo sui social che effettivamente si ha intenzione di gestire e seguire con continuità. Un profilo spoglio e non aggiornato è una pessima pubblicità per il vostro studio ortopedico.

Sempre in questa fase, valutate anche che alcuni social network hanno differenze sostanziali tra le funzioni di un account personale e di uno aziendale. LinkedIn e Facebook, per esempio, permettono di promuovere le proprie attività solo aprendo una pagina. Uno strumento che ha diversi vantaggi (come darvi le statistiche sull’efficacia della vostra comunicazione), ma anche alcuni svantaggi (come non poter aggiungere direttamente gli amici alla pagina, ma dover aspettare che loro mettano mi piace alla pagina per diventarne follower).

Come compilare i profili social per promuovere uno studio ortopedico

Una volta scelti i profili social più adatti a far pubblicità al vostro studio ortopedico, dovete passare alla compilazione degli account. Questa azione, a prima vista abbastanza semplice, va però portata a termine con particolare cura.

I motori di ricerca e gli stessi social, categorizzano le informazioni per parole chiave. Perciò è essenziale compilare i vostri profili social in ottica SEO. Che significa? Vuol dire che la descrizione di chi siete, la vostra mission, il vostro slogan, così come i tag alle foto profilo, vanno inseriti tenendo presente le parole chiave per cui volete essere trovati. Se, per esempio, siete specializzati in ortopedia del ginocchio, queste keyword vanno usate e messe in evidenza (senza annoiare il lettore) quanto più è possibile. Questo perché chi poi cercherà quelle parole sarà indirizzato sul vostro account e voi intercetterete un potenziale paziente proprio quando vi sta cercando e ha bisogno di voi. Fatto questo lavoro, vediamo cosa e quando pubblicare sui social per promuovere uno studio ortopedico.

Consigli su come pubblicizzare sui social uno studio ortopedico

Una buona promozione sui social per uno studio ortopedico è quella che ha come pubblico non una massa indistinta di individui, ma solo un target ben specifico. Uno studio ortopedico si rivolge quindi ad altri professionisti come i medici di base (da cui arriveranno pazienti che avranno bisogno delle vostre terapie), persone che hanno problemi ortopedici, altri ortopedici specializzati in terapie affini (uno studio specializzato in traumatologia dello spot può avere interesse a collaborare con uno studio specializzato nella cura del ginocchio, per esempio) etc. Per questo i vostri post dovranno essere attinenti alla vostra specializzazione o comunque di interesse per questo specifico pubblico. Una nuova terapia che state da poco effettuando nel vostro studio ortopedico va subito pubblicizzata, non solo con un post testuale, ma anche con una foto, un video o (se le avete) delle slide.

Più multimediale sarà la vostra comunicazione, maggiore sarà l’impatto che avrà. Post corredati di video o foto hanno maggior possibilità di essere letti. Un formato molto usato e che sfrutta per esempio YouTube è quello delle pillole. Brevi video di uno o due minuti ciascuno, in cui si illustra ognuna delle attività svolte dallo studio ortopedico. Una volta caricati su YouTube, questi video possono facilmente essere declinati sui vari social network accompagnati da hashtag e testi ad hoc.

Una strategia molto usata a questo proposito è di andarsi a cercare il confronto con colleghi o potenziali clienti direttamente nei gruppi di discussione che molti social mettono a disposizione degli utenti. Qui troverete domande e dibattiti su argomenti specifici. Senza cercare di farvi spudoratamente pubblicità, è buona norma partecipare con un intervento almeno una volta a settimana in questi gruppi, rispondendo a domande, o commentando altri interventi. Spesso questi strumenti sono per gli account personali e non per quelli aziendali, per cui la cosa migliore è cercare, sempre senza spammare, di citare lo studio ortopedico in questi gruppi, così da farlo conoscere a un target ben specifico e già interessato all’argomento.

Come creare contenuti sui social per uno studio ortopedico

La difficoltà maggiore nel gestire i social di uno studio ortopedico sta nel creare contenuti con continuità. Un profilo in cui si pubblicano dieci post per un giorno, ma che poi non viene aggiornato per due settimane ha poco impatto comunicativo. L’ideale è pubblicare un contenuto almeno ogni settimana. A questo scopo sarebbe utile avere un vero e proprio calendario con gli argomenti da affrontare giornalmente per il prossimo mese.

Argomenti non solo attinenti al vostro studio, ma anche l’ortopedia in generale e i benefici che questa apporta ai pazienti. Nel creare i post, inoltre, cercate di stimolare chi vi segue all’interazione o all’azione (call to action), facendo domande oppure stimolando a farne. L’engagement, ovvero la capacità di coinvolgere i propri follower, resta centrale per ogni strategia di promozione sui social.