Artigiano: come usare LinkedIn per promuoversi

due persone al pc vicino a scatole regalo

LinkedIn è un social network molto particolare, nato esplicitamente per creare occasioni di lavoro e di business ai suoi iscritti. LinkedIn è frequentato per lo più da professionisti e un artigiano può ottenere enormi vantaggi dalla sua promozione su questo social, perché proprio i professionisti sono spesso i clienti e i potenziali clienti di un artigiano. Se un artigiano vuole quindi allargare il suo business, farsi conoscere su LinkedIn è un passo necessario.

Come compilare il profilo LinkedIn per promuovere un artigiano

A differenza di Facebook, che obbliga chi vuole usare questo social per fini commerciali ad aprirsi una pagina, LinkedIn permette di promuoversi anche con un semplice profilo. Tuttavia, per essere efficaci su LinkedIn dovrete compilare il vostro profilo seguendo alcune accortezze.

Innanzitutto, dovrete battere su alcune parole chiave. Se siete un sarto che confeziona abiti su misura, questo dovrà essere rimarcato lungo tutti i testi, ma anche nei tag della foto profilo. Questo perché i motori di ricerca e i social (e quindi anche LinkedIn) ragionano per keyword. Se farete questo lavoro con accortezza, quando qualcuno cercherà “abiti su misura”, sarà più facile che nei primi risultati compaia il vostro profilo. Tuttavia, questo tipo di scrittura (noto come Seo) non deve far perdere scorrevolezza ai vostri testi. Compilate quindi il vostro profilo on line su LinkedIn elencando esperienze lavorative e di studio.

Concentratevi soprattutto sulla sintesi del vostro curriculum vitae che apre il vostro profilo. Qui, in poche righe, dovrete descrivere chi siete e cosa fate. Se scriverete un testo accattivante, avrete maggiori possibilità che chi si imbatte nel vostro profilo legga anche il resto del vostro curriculum e magari vi contatti.

Passate poi alle competenze e conoscenze. Come noterete qui si tratta di mettere delle vere e proprie parole chiave, quindi sceglietele con cura, sempre in ottica Seo. Una volta completato il profilo, non esitate a chiedere a vostri clienti presenti su LinkedIn di farvi una segnalazione e di confermare le vostre competenze. Sul web, infatti, i commenti e l’opinione che gli altri hanno di voi, sono tra le prime cose che un potenziale cliente va a vedere. Se chi vi è già cliente afferma che siete molto bravo nel vostro lavoro, questo sarà un ulteriore buon motivo per un nuovo cliente per affidarsi a voi.

Chi deve aggiungere un artigiano su un profilo LinkedIn?

Una volta compilato il vostro profilo, dovrete decidere a chi rivolgervi. Creare un’audience indistinta non è una buona strategia di marketing. Il segreto è rivolgersi solo al pubblico di clienti già acquisisti e di quelli potenziali. Per continuare con l’esempio del sarto che fa abiti su misura, è chiaro che il vostro pubblico di riferimento sarà composto da professionisti che hanno necessità di avere un’immagine particolarmente curata di sé. Quindi i sales di una multinazionale, così come gli avvocati e in generale i top manager delle aziende sono tutte persone a cui vostri prodotti possono risultare di interesse. Selezionate quindi questa vasta platea con cura e passate a postare i contenuti.

Consigli utili per promuovere un artigiano su LinkedIn

Una volta deciso il pubblico di riferimento, tutto ciò che dovrete fare è pubblicare contenuti di interesse per il vostro target. Non limitatevi a post testuali però. Foto, video, slide e materiale multimediale in generale hanno maggiore possibilità di essere visti e commentati. Un sarto che fa abiti su misura, per esempio, dovrà per forza di cose pubblicare foto dei suoi abiti. Meglio ancora se pubblica un video che lo vede all’opera in tutta la sua professionalità. Importante sarà anche essere continuativi con i post.

Il profilo LinkedIn di un artigiano dovrà pubblicare almeno due post a settimana. Per aiutarsi, spesso è molto utile fare un calendario con gli argomenti da trattare per il prossimo mese. Cercate anche di spingere chi vi segue a commentare e a fare domande. L’engagement, ovvero la capacità di coinvolgere i propri follower, resta un’arma importantissima di promozione su LinkedIn. Infine, considerate l’idea di iscrivervi ai gruppi di discussione. Si tratta di gruppi dove si parla di specifici argomenti e non vi sarà difficile individuarne diversi attinenti al vostro lavoro. Qui troverete colleghi, ma anche tantissime persone interessate alla vostra materia di lavoro e quindi dei veri e propri potenziali clienti. Interagite con loro, intervenendo nelle discussioni o rispondendo alle loro domande. Non è necessario cercare di farsi apertamente pubblicità in questi gruppi (anzi è vivamente sconsigliato), ma basterà intervenire con cadenza settimanale nel dibattito e questo farà in modo che diventiate l’artigiano di riferimento per un nutrito gruppo di individui.