Come farsi conoscere come assicuratore con i social

social network connessioni

I social network sono considerati un moderno passaparola. E infatti sempre più persone si informano, cercano e comprano oggetti e servizi usando questi strumenti. Un assicuratore che vuole allargare il proprio portafoglio clienti non può quindi rinunciare a questi strumenti, da adoperare però con alcune accortezze.
I social sono sicuramente strumenti utili per promuovere un assicuratore. Vediamo allora quali sono i migliori social network per fare pubblicità ad assicuratori.

Social network per un assicuratore, quali scegliere

L’universo dei social network è un universo dinamico, in cui con gli anni sono comparsi nuovi social e altri probabilmente compariranno. Ciò che è importante sottolineare è che ognuno di questi strumenti ha un suo lessico e un suo pubblico di riferimento. LinkedIn, per esempio, è stato creato per i professionisti, Twitter si basa sulla capacità di riassumere in pochi caratteri anche concetti complessi, Instagram è quasi prettamente fotografico, mentre YouTube (che viene anch’esso usato sempre più come social) è esclusivamente per i video. Nessuno vieta a un assicuratore di aprire profili su tutti i social network possibili, a patto che poi sia pronto a declinare lo stesso messaggio nel linguaggio più appropriato per ogni singolo social. Inoltre, aprire un account e poi lasciarlo sguarnito o non rispondere alle domande degli utenti darà una pessima immagine di voi.

Perciò il consiglio è di aprire solo un numero di profili tale da avere il tempo di gestirli, pubblicando mediamente tre articoli a settimana, aiutandosi in questa impresa con un calendario in cui programmare le uscite e gli argomenti da trattare ogni mese. Non dimenticate infine che alcuni social, come Facebook, fanno una netta distinzione tra il profilo privato usato per restare in contatto con gli amici, e la pagina che invece nasce per fini commerciali e promozionali (per questo punto vi invitiamo a leggere il nostro post al riguardo, per gli assicuratori)

Come compilare i profili social di un assicuratore

Una volta scelto il social o i social network su cui volete promuovervi, dovrete compilare i profili in ottica SEO. Dovrete cioè scegliere per quali parole volete essere trovati. Ripetendo queste keyword, senza annoiare il lettore, nel nome del profilo, nella sezione Informazioni, nei tag delle foto etc, farete in modo che chi cerca quelle parole sui motori di ricerca o sui social sarà più facilmente indirizzato sulle vostre pagine.

Fatto questo lavoro di scrittura, dovrete cominciare ad aggiungere contatti ai vostri profili. Non dovrete chiedere l’amicizia indistintamente a tutte le persone che conoscete, ma solo a quelle che possono essere interessate al vostro lavoro di assicuratore. Se siete specializzato in polizze mediche, è chiaro che il vostro pubblico di riferimento sarà composto dalle persone che lavorano nella sanità. Selezionare il pubblico aiuterà enormemente a rendere più efficaci i contenuti che pubblicherete. Vediamo quali devono essere.

Cosa deve pubblicare un assicuratore sui social

Una volta selezionato il pubblico a cui si rivolge, un assicuratore non dovrà far altro, per promuoversi, che pubblicare post di interesse per i suoi follower e che abbiano a che fare con la sua disciplina. Non solo offerte, prodotti assicurativi particolarmente convenienti e in generale informazioni commerciali. Per promuoversi sui social un assicuratore deve diventare l’esperto di riferimento per un’intera community. Perciò le novità anche normative e fiscali, se ben illustrate, possono essere contenuti di interesse. Importante sarà essere multimediali. Foto, video, animazioni e quant’altro attraggono di più l’attenzione e hanno più possibilità di generare interazioni e domande. Ottenere reazioni da parte di chi vi segue è essenziale per una buona promozione. Perciò cercate sempre di stimolare un feedback o un’azione con i vostri messaggi.

Infine, una tecnica molto usata per ottenere l’attenzione di chi vi segue e affermarvi come l’esperto in materia è legarsi ai trend topic del momento. Se, per esempio, ci sono molte discussioni sulle nuove regole per la RC auto e vedete che uno degli hashtag più discussi è proprio #RCauto, non vi sarà difficile innestarvi in questo flusso e lanciare un post (testale o video) in cui spiegate cosa cambia con la nuova normativa. Probabilmente il vostro intervento non sarà solo visto, ma condiviso e rilanciato da molti vostri follower.

I gruppi di discussione per promuovere un assicuratore

Alcuni social (Facebook e Linkedin) permettono agli utenti di riunirsi in gruppi di discussione. Una volta che avete individuato quelli attinenti alla professione di assicuratore, qui troverete molti colleghi con cui confrontarvi, ma anche tante persone interessate alla materia e quindi potenziali clienti. Il consiglio è di intervenire nel dibattito in corso con almeno un post a settimana e di non cercare mai di farsi apertamente pubblicità. La semplice partecipazione con competenza e professionalità aumenterà esponenzialmente la vostra fama e le possibilità di raccogliere nuovi clienti.