Come un assicuratore può farsi conoscere con Facebook

assicuratore che naviga su Facebook

Essere presenti su Facebook con una efficace strategia comunicativa può essere un’importante passo per crescere. Non fa eccezione il lavoro di assicuratore. Affermarsi su questo social network come persona preparata e affidabile apre le porte a un numero potenzialmente infinito di clienti.

Vogliamo fare una premessa prima di spiegarvi come compilare una pagina Facebook di un assicuratore, per poi capire come far aumentare i follower e come sceglierli e, infine, cosa pubblicare e quando.

Facebook prevede due utilizzi dei suoi strumenti: un uso privato per rimanere in contatto con amici e parenti; e un uso commerciale per promuoversi e restare in contatto con i clienti. Nel primo caso si può utilizzare un profilo privato, nel secondo invece è consigliabile aprire una pagina, per non violare le regole di utilizzo del social. La pagina di Facebook si gestisce attraverso il proprio profilo privato e Il limite maggiore è che aprendo una pagina non potrete semplicemente aggiungere amici, ma dovranno gli utenti mettere “Mi piace” alla pagina per diventarne follower. Il vantaggio, dall’altro lato, è che avrete a disposizione in tempo reale le statistiche della pagina, potendo così sapere quante persone hanno visto i vostri post e quali ottengono risultati migliori.

Come compilare la pagina Facebook di un assicuratore

Quando si scrive sul web bisogna sempre considerare che le persone, anche sui social, cercano ciò che vogliono per parole chiave e keyword. Un assicuratore, quindi, deve mettere ben in evidenza nei testi, ripetendole senza annoiare il lettore, le parole chiave per cui vuole essere trovato. Se siete un assicuratore specializzato in polizze per i medici, questo deve essere chiaro sin dal nome della pagina, ma va ribadito anche nella casella Informazioni, nel campo Chi siamo e nei tag delle foto profilo. Questo aiuterà motori di ricerca e Facebook a indirizzare chi cerca un assicuratore medico sulla vostra pagina.

Non dimenticate poi di compilare tutti i campi del profilo, dai contatti, all’indirizzo, ai riconoscimenti ricevuti etc. Fatto questo, dovrete cominciare a cercare follower. Come accennato, non potete semplicemente aggiungere le persone, ma dovete aspettare che queste mettano mi piace alla vostra pagina. L’errore comune, in questi casi, è di invitare parenti e amici indiscriminatamente. In realtà, un buon utilizzo di Facebook per un assicuratore parte dal selezionare per la propria pagina un pubblico in target con il suo lavoro. Tornando all’esempio dell’assicuratore di polizze per i medici, questo dovrà invitare (oltre ai clienti che già ha), medici, colleghi e tutte le persone che lavorano nell’universo della sanità. Avrà in questo modo già selezionato un pubblico su cui i suoi prodotti e la sua conoscenza possono esercitare un certo appeal.

Consigli per farsi pubblicità su Facebook come assicuratore

Selezionato il vostro pubblico di riferimento, non vi sarà difficile individuare cosa pubblicare, ovvero tutto ciò che riguarda la vostra professione e può essere di interesse per chi vi segue. Ovviamente, pubblicate offerte, comparazione sui prezzi con i vostri competitor etc. Ma non limitatevi alla parte commerciale. Se cambia la normativa al riguardo, potete postare articoli che chiariscano le nuove norme, oppure semplicemente intervenire in prima persona spiegando le novità. Non limitatevi però a post testuali. Foto, video, e slide generano un tasso di interazione e visibilità maggiore. Coinvolgere chi vi segue, spingendoli a commentare o a fare domande, è essenziale per una pagina Facebook di successo di un assicuratore. Importante sarà però rispondere con tempestività alle domande, perché questo darà di voi l’immagine di un assicuratore attento e celere nel risolvere i problemi.

Anche la frequenza di pubblicazione dei post è vitale. Pubblicare un post al mese o trenta in un giorno non aumenta la vostra visibilità. Bisogna essere costanti, meglio se con più post a settimana. Per essere sicuri di mantener questo ritmo, la cosa migliore è farsi un calendario con gli argomenti (e il materiale multimediale come foto e video da abbinare) per i prossimi trenta giorni.

Come funzionano i gruppi di Facebook come assicuratore

Come accennato, l’interazione su Facebook assume un ruolo centrale per una strategia di successo sui social. Per questo è importante iscriversi ai gruppi di discussione. Questi possono essere aperti (dove tutti possono partecipare e vedere gli interventi altrui) oppure privati (dove solo gli iscritti possono vedere i post pubblicati). Ne troverete di entrambi i tipi anche concernenti i temi del lavoro di assicuratore. Qui troverete sia colleghi con cui confrontarvi, sia persone interessate alle assicurazioni e quindi potenziali clienti. Intervenite nei gruppi postando i vostri interventi, oppure commentando i post altrui o rispondendo alle domande degli utenti. Anche qui cercate di farlo con una cadenza regolare, almeno settimanale. Questi strumenti aumenteranno notevolmente la vostra fama sia tra colleghi che tra potenziali clienti.

Il problema dei gruppi su Facebook è che possono essere usati solo attraverso il vostro account privato e non attraverso la pagina. Tuttavia, se si discute di una tematica che avete affrontato sulla vostra pagina, potete intervenire dicendo brevemente la vostra e rimandando al link della vostra pagina per un’analisi più approfondita. L’unico errore da non fare è di tentare di farsi apertamente pubblicità. È una tecnica non necessaria e che rischia solamente di farvi bannare dal gruppo.